NASCE IL W.A.I.F. – WOMEN’S ART INDEPENDENT FESTIVAL

IL FESTIVAL DEDICATO AI DIRITTI DELLE DONNE

In streaming dal 10 al 13 dicembre

Roma, 25 novembre. Nasce il Women’s Art Indipendent Festival, il festival interamente dedicato ai diritti delle donne, ideato e diretto da Claudio Miani (direttore artistico dell’Asylum Fantastic Fest) e organizzato dall’associazione culturale l’Officina d’Arte OutOut in partnership con La Casa Internazionale delle Donne di Roma, che si svolgerà interamente in streaming dal 10 al 13 dicembre.

Un progetto di e per le donne, che si pone l’obiettivo di creare una nuova comunicazione culturale che punti all’inclusione sociale.

Una quattro giorni fatta di incontri e dibattiti con artiste, intellettuali, scienziate e giornaliste che si confronteranno su cosa significa essere una donna oggi e su perché è importante continuare a parlare di diritti delle donne.

La notizia della nascita di questa importante manifestazione – a cui hanno già aderito importanti nomi del mondo della cultura e della scienza come: le attrici Claudia GeriniPaola Minaccioni, Donatella Finocchiaro, Nancy Brilli, Michelle Carpente, Giulia Di Quilio; la fisica Gabriella Greison; la scrittrice Jessa Crispin; la street artist Laika; il trio musicale Appassionante – arriva proprio nella Giornata mondiale contro la violenza sulle donne.

L’enorme aumento dei casi di violenza domestica e di femminicidio durante l’emergenza sanitaria hanno reso più che mai urgente il dibattito e il confronto su queste tematiche.

Parlare dei diritti delle donne, infatti, vuol dire parlare di diritti umani – “A 25 anni dalla Conferenza di Pechino, ci sembrava opportuno strutturare un Festival incentrato sui Diritti delle Donne, focalizzando l’attenzione sulla situazione politica e artistica italiana, ma non solo. Cercando di comprendere a che punto siamo arrivati con la ricerca di una parità di diritto in grado di intendere e considerare i Diritti delle Donne come Diritti Umanitari”, ha spiegato il direttore artistico Claudio Miani.

Il W.A.I.F. sarà scandito da dieci incontri in diretta streaming (visibili sulla pagina Facebook della Casa Internazionale delle donne oltre che sulla pagina Facebook dell’Officina d’Arte OutOut), in cui si rifletterà su tematiche che vanno dal femminismo alla violenza, dall’emancipazione allo sdoganamento di stereotipi.

Un’analisi a tutto tondo per capire davvero in che condizioni verte la figura femminile oggi, anche in comparazione con altre realtà internazionali.

Rivive Nilde Iotti con Emanuele Imbucci

La Direzione del Women’s Art Independent Festival è lieta di annunciare la presenza a questa Prima Edizione del Festival di Emanuele Imbucci, che ci parlerà del suo Storia di Nilde, il racconto della vicenda umana e politica di Nilde Iotti, dalla partecipazione all’Assemblea Costituente del 1946 all’elezione come Presidente della Camera dei Deputati nel 1979, fatto attraverso ricostruzioni filmate, materiali di repertorio e testimonianze illustri. Intervengono, tra gli altri, il Presidente emerito Giorgio Napolitano, Marisa Malagoli Togliatti e l’ex Presidente del Consiglio Giuliano Amato.

Emanuele Imbucci prenderà parte all’incontro I diritti delle Donne. Una storia italiana che si terrà Giovedì 10 Dicembre alle ore 18.30. In questo incontro si ripercorreranno le vicende che hanno segnato la storia del nostro Paese, le battaglie che hanno ridisegnato il ruolo della Donna all’interno dei nostri confini.

Per l’intero parterre di ospiti potete sfogliare il Programma.

I Diritti Umani visti da Luisa Betti Dakli

La Direzione del Women’s Art Independent Festival è lieta di annunciare la presenza a questa Prima Edizione del Festival della giornalista de la 27esimaora del Corriere della Sera Luisa Betti Dakli.

Giornalista professionista esperta di diritti umani, in particolare di violazioni e discriminazioni su donne e minori, Luisa Betti Dakli è sulla 27esimaora del Corriere della sera. E’ autrice della piattaforma d’informazione DonnexDiritti, si occupa di politica estera sulla rivista svizzera Azione, e ha scritto per riviste internazionali come East e Le Monde Diplomatique. Ha collaborato con il Manifesto dove ha curato il blog Antiviolenza del giornale online con approfondimenti sulla violenza maschile contro le donne in Italia e nel mondo. 

Luisa Betti Dakli prenderà parte all’incontro La parola tra prigione e libertà che si terrà Venerdì 11 Dicembre alle ore 18.30. La parola può essere un’arma affilatissima con la quale colpire direttamente al petto e violentare l’intelletto, ma può divenire anche una voce di riscatto e amore.

Per l’intero parterre di ospiti potete sfogliare il Programma.

L’introspezione corporea di Giulia Di Quilio

La Direzione del Women’s Art Independent Festival è lieta di annunciare la presenza a questa Prima Edizione del Festival di Giulia Di Quilio, attrice di cinema, teatro e televisione, ha lavorato tra gli altri con Tornatore in La sconosciuta, Paolo Sorrentino ne La grande bellezza, Sergio Rubini In Mi rifaccio vivo. Sul palcoscenico ha portato Molto rumore per nulla, Burlesque, Woody e le donne, La Dea dell’amore e In nome del Pepa Re.

Giulia Di Quilio prenderà parte all’incontro L’immagine corporea: la donna oggi che si terrà Giovedì 10 Dicembre alle ore 21.00. In una temporalità storica che oggi più che mai incentra l’essere sull’immagine e l’apparire, con gli ospiti presenti si affronterà il difficile tema dell’omologazione visiva cui sono “costrette” le ragazze dall’età adolescenziale in poi.

Per l’intero parterre di ospiti potete sfogliare il Programma.

Mia per Sempre. Cinzia Tani per dire NO alla Violenza sulle Donne

La Direzione del Women’s Art Independent Festival è lieta di annunciare la presenza a questa Prima Edizione del Festival della scrittrice, conduttrice televisiva e readiofonica Cinzia Tani, che in occasione dell’incontro al W.A.I.F., parlerà del suo volume Mia per sempre (Mondadori, 2013).

Cinzia Tani ha alternato la conduzione di programmi televisivi e radiofonici, come Rewind – Visioni private e Fantasticamente (in onda su RadioRai), alla scrittura e alla divulgazione (vincitrice del Premio Scanno con il suo romanzo d’esordio Sognando la Caifornia). Ha collaborato alla stesura di molte puntate del programma televisivo Delitti, documentario su episodi di cronaca nera accaduti in Italia dal secondo dopoguerra in poi. Attualmente conduce il programma Il caffé di Rai Uno con Guido Barlozzetti su Rai Uno il sabato dalle 6.00 alle 7.00. Nel 2004 è stata nominata Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana.

Cinzia Tani prenderà parte all’incontro Femminicidio: come conoscerlo, come combatterlo che si terrà Venerdì 11 Dicembre alle ore 21.00. Un tema, purtroppo, ancora di estrema attualità e che inoltre ha veduto crescere la numerosità dei casi con l’avvento di una emergenza epidemiologica che ha generato un primo totale ed un secondo parziale, lockdown.

Per l’intero parterre di ospiti potete sfogliare il Programma.

Denny Mendez, una Miss per i Diritti

La Direzione del Women’s Art Independent Festival è lieta di annunciare la presenza a questa Prima Edizione del Festival di Denny Mendez, attrice ed ex modella domenicana con cittadinanza italiana eletta Miss Italia nel 1996, prima ed unica (sino ad adesso) Miss nostrana di colore e non italiana di origine.

Denny Mendez in diretta da New York, prenderà parte all’incontro L’immagine corporea: la donna oggi che si terrà Giovedì 10 Dicembre alle ore 21.00. In una temporalità storica che oggi più che mai incentra l’essere sull’immagine e l’apparire, con gli ospiti presenti si affronterà il difficile tema dell’omologazione visiva cui sono “costrette” le ragazze dall’età adolescenziale in poi.

Per l’intero parterre di ospiti potete sfogliare il Programma.

Il volto Internazionale di Annalisa Camilli

La Direzione del Women’s Art Independent Festival è lieta di annunciare la presenza a questa Prima Edizione del Festival della giornalista di Internazionale Annalisa Camilli.

Annalisa Camilli, laureata in Filosofia Politica presso l’Università La Sapienza di Roma. Dal 2007 è giornalista per Internazionale,  dopo aver lavorato per l’Associated Press e Rainews24.  Da oltre dieci anni è impegnata a seguire le rotte delle migrazioni verso l’Europa e ne racconta le storie sul sito di Internazionale. Nel 2017 ha vinto l’Anna Lindh Mediterranean Journalist Award per l’inchiesta La barca senza nome. Nel 2019 ha pubblicato La legge del mare per le edizioni Rizzoli.

Annalisa Camilli prenderà parte all’incontro I diritti delle Donne. Una storia italiana che si terrà Giovedì 10 Dicembre alle ore 18.30. In questo incontro si ripercorreranno le vicende che hanno segnato la storia del nostro Paese, le battaglie che hanno ridisegnato il ruolo della Donna all’interno dei nostri confini.

Per l’intero parterre di ospiti potete sfogliare il Programma.